• Esami colturali

Salvo diversa prescrizione del medico curante, è consigliato eseguire l’esame prima della terapia antibiotica, o comunque 5 giorni dopo la sua sospensione.

Coprocoltura/ coltura feci per miceti

Per evacuare non impiegare lassativi, purghe o supposte. Utilizzare un recipiente pulito. Mediante l’apposita paletta presente nel contenitore, prelevare una piccola quantità di feci (può bastare una quantità di feci della dimensione di una noce, non bisogna riempire tutto il contenitore).

Con l’apposita paletta raccogliere, le parti di feci acquose contenenti pus, sangue e/o muco, se presenti. Le feci non devono essere contaminate con urine né debbono essere recuperate dal vaso della toeletta. Le feci devono essere raccolte prima possibile dalla comparsa dei sintomi e consegnate immediatamente in laboratorio.

Escreato (Espettorato)

L’espettorato deve essere raccolto in un recipiente sterile (da ritirare presso il nostro laboratorio o da acquistare in farmacia). La mattina a digiuno effettuare una pulizia adeguata del cavo orale (se necessario si può fare un aerosol con fisiologica prima dell’emissione); compiere dei respiri profondi e quindi espettorare dopo un colpo di tosse.

L’espettorato, per essere adeguato, deve provenire dalle basse vie aeree: se il campione è simile alla saliva dovrà essere scartato, bisogna cercare di ottenerne un’altro. Il campione deve essere consegnato immediatamente in laboratorio, far passare massimo 30 minuti dalla raccolta. Importante: il giorno della raccolta si deve evitare l’uso di collutori orali.

Coltura liquido Seminale

Per la raccolta, impiegare un contenitore sterile da ritirare in laboratorio (si può anche acquistare in farmacia). Il campione va raccolto mediante masturbazione. Nei 3-4 giorni precedenti l’esame, astenersi dai rapporti sessuali.

È consigliabile bere 3-4 bicchieri di acqua in modo da stimolare la minzione. Urinare abbondantemente, prima della raccolta, così da effettuare un lavaggio delluretra. Grazie a tale lavaggio si consente il rilievo della flora microbica presente nel liquido seminale evitando o riducendo la contaminazione di quella residente nell’uretra.

Provvedere ad un’accurata igiene locale dei genitali esterni, lavarsi per bene le mani e raccogliere il liquido seminale nel contenitore sterile. Eventuali campioni di urina o eventuali tamponi uretrali vanno raccolti prima di provvedere alla raccolta del liquido seminale.

Coltura mycoplasmi (cervicali, uretrali e/o su liquido seminale)

Vedere la preparazione per colturale liquido seminale o tampone cervicale/uretrale.

Coltura tampone auricolare

Il giorno del prelievo non pulire in alcun modo il condotto auricolare. Eventuali terapie antibiotiche o antimicotiche (che debbono essere sospese 5-6 giorni prima almeno).

Tampone solco balano-prepuziale

Non si debbono effettuare terapie antibiotiche o antimicotiche (eventualmente sospese da almeno 3-4 giorni). Il mattino del prelievo provvedere ad un lavaggio dei genitali solo con acqua.

Tampone Vaginale/cervicale

Astinenza da rapporti sessuali nelle 24/48 ore precedenti all’esame. Non essere nel periodo mestruale. Lavarsi solo la sera precedente. Non eseguire lavande vaginali nelle 24 ore precedenti l’esame.

Nella eventualità di contemporanea richiesta di Tampone Uretrale: non urinare nelle 3 ore precedenti il prelievo. Dopo il prelievo si consiglia di bere 3-4 bicchieri d’acqua in modo da stimolare la minzione (il lavaggio dell’uretra con il passaggio di urine diluite elimina l’eventuale bruciore residuo).

Tampone faringeo (test rapido/esame colturale) Streptococco beta-emolitico di gruppo A

Effettuare l’esame a digiuno (il tampone stimola il riflesso del vomito). Il test rapido offre il vantaggio di una risposta tempestiva (bastano alcune ore per avere la risposta), ma possiede una sensibilità ed una specificità un po’ inferiori all’esame colturale; l’esame tradizionale andrebbe effettuato prima di intraprendere una eventuale terapia antibiotica.

Nelle 6 ore precedenti il prelievo non fare uso di collutori o medicamenti a uso locale. È inoltre necessario aver terminato qualsiasi cura antibiotica da 5 giorni almeno.

Coltura tampone nasale

Il soggetto non deve assumere antibiotici e/o antimicotici per via sistemica da 7 giorni prima dell’esame, per lo meno; non deve aver inalato spray o gocce di alcun tipo da 5 giorni. Non usare detergenti per lavare il viso.

Coltura tampone oculare

Il soggetto non deve assumere antimicotici e/o antibiotici per via sistemica da 7 giorni prima dell’esame, per lo meno, e non deve aver utilizzato gocce e colliri di alcun tipo da 5 giorni. Non usare detergenti per lavare il viso.

Tampone uretrale femminile

Bisogna astenersi da rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti e dall’urinare nelle 3 ore precedenti l’esame. Interrompere qualsiasi terapia antibiotica locale (creme, ovuli, candelette, lavande) e generale da una settimana.

Aspettare 3-4 giorni almeno dalla fine delle mestruazioni; non eseguire irrigazioni vaginali nelle 24 ore precedenti l’esame. Dopo il prelievo è consigliabile bere 3-4 bicchieri di acqua in modo da stimolare la minzione. Il lavaggio dell’uretra, grazie al passaggio di urine diluite, elimina l’eventuale bruciore residuo.

Tampone uretrale maschile

Evitare rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti e dall’urinare nelle 3 ore precedenti l’esame. Interrompere qualsiasi terapia antibiotica da una settimana. Nei casi in cui non è evidente una secrezione, fare il tampone al mattino prima della minzione.

Dopo il prelievo è consigliabile bere 3-4 bicchieri d’acqua in modo da stimolare la minzione. Il lavaggio dell’uretra, grazie al passaggio di urine diluite, elimina l’eventuale bruciore residuo.

Tampone cervicale per ricerca Chlamydia /Mycolasma

Si consiglia di non effettuare l’esame in corso di terapia antibiotica (a meno che non sia presente una specifica richiesta del medico curante). Far passare almeno una settimana dall’ultima assunzione di antibiotico.

Sospendere eventuali trattamenti con ovuli o candelette almeno 48 ore prima. Non fare lavande vaginali interne nelle 24 ore precedenti. Evitare i rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti.

Ricerca Chlamydia su urine

Dalla prima urina del mattino, raccogliere 15-30 ml in un contenitore per urine sterile (a prima urina del mattino è da preferire in quanto contiene un’elevata concentrazione dell’antigene della Chlamydia).

La raccolta deve essere effettuata prima di iniziare la terapia antibiotica; se è in corso una terapia antibiotica bisogna attendere almeno 5 giorni dal termine del trattamento per poter raccogliere l’urina.

Tampone vaginale ricerca streptococco Beta emolitico del gruppo B

Per la prevenzione dell’infezione neonatale da streptococcus agalactiae (SGB) il tampone vaginale va eseguito verso la 35a – 36a settimana di gestazione. Dovrebbe essere effettuata su tutte le gravide. Prescrizioni:
• Assenza di rapporti sessuali nelle 24/48 ore precedenti all’esame.
• Lavarsi solo la sera precedente.
• Non eseguire lavande vaginali nelle 24 ore precedenti l’esame.

In caso di contemporanea richiesta di Tampone Uretrale, non bisogna urinare nelle 3 ore precedenti il prelievo.

Urinocoltura

Impiegare un contenitore sterile da ritirare in laboratorio (si può anche acquistare in farmacia).
Raccogliere le urine della prima minzione mattutina (o far passare almeno 3 ore dopo l’ultima minzione), facendo attenzione a scartare il primo getto.

Procedere come segue:
• Lavare accuratamente le mani con acqua e sapone
– nell’uomo: pulire i genitali esterni con acqua e sapone;
– nella donna: lavare i genitali esterni dall’avanti all’indietro;
• Urinare eliminando il primo getto e raccogliere il resto della minzione direttamente nel contenitore sterile (da riempire non oltre la metà).

Richiudere il contenitore e consegnare subito il campione al laboratorio.

Urinocoltura del neonato

Utilizzare un contenitore di plastica sterile e dei sacchetti di plastica adesivi, sterili. Detergere con cura la regione sovrapubica, perianale e i genitali esterni con soluzione saponosa. Risciacquare a lungo e bene e asciugare.

Applicare il sacchetto, facendolo aderire al perineo ed alla regione sovrapubica. Avvenuta la minzione, richiudere il sacchetto, chiuderlo con cura e riporlo nel contenitore sterile con tappo a vite.

Importante: non lasciare il sacchetto “in situ” per più di 15-20 minuti e consegnare prima possibile il campione in laboratorio.

Vista la particolare modalità di raccolta del campione, eventuali risultati positivi debbono confermati dall’esame di altri campioni raccolti in due giorni successivi.

LAB. ANALISI CROCE AZZURRA SRL
Viale della Vittoria 56/E
60035 JESI (AN)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel: 0731 – 59780
P. Iva : 02075400420

Privacy Policy
Cookie Policy